Tanto pesce per vivere in salute e preservare il buonumore

Tanto pesce per vivere in salute e preservare il buonumore

vitamina d

Lo sostiene anche la scienza un modello alimentare che preveda   consumi regolari e significativi di pesce è apprezzato dagli esperti di alimentazione di tutto il mondo per le sue positive caratteristiche nutrizionali.

“Il pesce si può considerare un alimento quasi perfetto – commenta il nutrizionista Pietro Migliaccio, Presidente emerito della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione(SISA)per gli apporti nutrizionali e ha un’alta efficienza proteica, vale a dire che per porzione apporta una quota elevata di proteine di ottima qualità ma con un ridotto apporto calorico. Sono rispettati i canoni dell’apporto di proteine ad alto valore biologico consigliati dai LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) ed anche l’apporto di vitamine e sali minerali può essere ritenuto adeguato. Inoltre, il pesce rappresenta la fonte principale di Omega 3 a catena lunga, che il nostro organismo utilizza per numerosissime funzioni legate al nostro benessere”.

I benefici nutrizionali – Prediligere un regime alimentare con regolare e significativo consumo di pesce ha molti effetti benefici per la nostra salute: dalla riduzione del rischio di frattura dell’anca nelle donne giovani fino ai benefeci per il cuore grazie alla presenza nel pesce di omega 3, grassi benefici importanti per i loro effetti positivi sul cuore, poiché controllano i valori di trigliceridi e colesterolo nel sangue, riducono le aritmie, la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa, aumentando la capacità di contrazione del muscolo cardiaco. In fine, un altro vantaggio di un regime alimentare che predilige il pesce è racchiuso nella maggiore digeribilità delle proteine contenute nelle carni ittiche rispetto alle altre. Il pesce contiene, inoltre, sali minerali come calcio, fosforo e iodio, oltre alla vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina D.

La dieta “pescetariana” – Ma in cosa consiste la dieta “pescetariana”? Vegetali, uova, formaggi freschi e tanto buon pesce sono gli alimenti fondamentali del metodo “pesco-vegetariano”, composto dall’80% da alimenti di origine vegetale, soprattutto verdura di stagione cruda e cotta, ma anche cereali integrali, legumi, patate, frutta fresca e secca. II restante 20% è fornito, invece, dalle proteine di origine animale, di terra e di mare: uova, formaggi freschi e molli e, soprattutto, pesce.

 

Articolo pubblicato il 30/10/2019