TONNO IN SCATOLA, UNA MINIERA DI VALORI NUTRIZIONALI

TONNO IN SCATOLA, UNA MINIERA DI VALORI NUTRIZIONALI

Un’indagine commissionata Doxa/ANCIT ha fotografato il vissuto e la conoscenza degli italiani rispetto al tonno in scatola. Scopriamo che questo alimento piace soprattutto agli under 25 e alle famiglie dove ci sono i bambini. I consumatori totali di tonno sono il 94% della popolazione e quasi 1 italiano su 2 (43%) lo mangia ogni settimana, soprattutto perché è versatile, facile e veloce da preparare. Ma anche in virtù dei suoi valori nutrizionali. E tra gli italiani che praticano sport – circa il 50% del campione analizzato – 7 su 10 lo inseriscono nella “Top 5” degli alimenti a cui non saprebbero rinunciare (insieme a carni bianche, legumi, yogurt e bresaola).

Il nutrizionista Pietro MigliaccioPresidente emerito della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione(SISA), considera il tonno in scatola una risorsa ideale a tutte le età:E’ un alimento prezioso che apporta nutrienti importanti per la salute – commenta il Prof. MigliaccioInnanzitutto è ricco di proteine di alto valore biologico, molto utili per contrastare la sarcopenia, che si verifica con il passare degli anni in tutti i soggetti ma in particolare in coloro che hanno praticato attività fisica, sia pure a livello amatoriale. Inoltre fornisce nutrienti preziosi per la salute del cuore e delle arterie, quali gli acidi grassi omega 3, ed è ricco di vitamine e sali minerali che con il loro potere antiossidante contrastano i processi dell’invecchiamento, migliorando le funzioni cognitive-cerebrali e la salute di ossa e denti. E’ un alimento di facile masticazione ed alta digeribilità, facilmente reperibile, senza alcun problema di conservazione e di facile utilizzazione. Il suo consumo due o tre volte alla settimana arresta o quanto meno riduce la sarcopenia e permette il ripristino della masse muscolari. Infine, ha un ridotto contenuto di sodio”. 

E’ alleato del benessere – continua il Prof. Migliaccio – in quanto parte integrande della Dieta Mediterranea, e consente di ottimizzare tutte le funzioni dell’organismo, assicurando il ricambio dei tessuti e l’equilibrio neuroendocrino, determinando la riduzione del Colesterolo totale e aumentando l’HDL – Colesterolo, cioè quello buono. Lo zinco e il selenio sono oligoelementi con spiccata attività antiossidante e sono alleati contro lo stress ossidativo, aiutando a mantenere corpo e mente “giovani”. Le vitamine del gruppo B garantiscono l’integrità di tutte le funzioni del sistema nervoso ed il tonno ne è una fonte straordinaria: ad esempio fornisce 10,4 mg di niacina per 100 g di alimento e 0,11 mg di riboflavina. Inoltre, il tonno in scatola, a parità di apporto nutrizionale con quello fresco, è più economico ed offre numerosi vantaggi in relazione alla sua facile reperibilità, conservabilità e versatilità in cucina.”

Articolo pubblicato il 27/05/2019