SARDINE IN SCATOLA, IL SUPERFOOD DI NATALE

SARDINE IN SCATOLA, IL SUPERFOOD DI NATALE

SARDINE IN SCATOLA

È tra le varietà di pesce azzurro più ricche di acidi grassi Omega 3, proteine, vitamine, sali minerali e oligoelementi. In più, la sardina è buona, accessibile e sostenibile. E fa parte della nostra tradizione alimentare: il suo nome, per il filosofo Aristotele, deriva dagli “abitanti della Sardegna, che commercializzano in tutto il mondo un tipo di pesce salato”.

Per tutte queste ragioni, quando si avvicina la cena della vigilia di Natale, o dell’ultimo dell’anno, milioni di Italiani si affrettano a comprare sardine. Ma la verità è che queste sono sempre più amate (e consumate), sia fresche sia in scatola, tutto l’anno.

Secondo i dati ANCIT (Associazione Nazionale delle Conserve Ittiche e delle Tonnare), nel 2017 gli Italiani ne hanno consumate quasi 2 mila tonnellate, e le stime parlano di un trend in crescita. E secondo una recente ricerca di GfK Italia, circa 3 milioni di famiglie italiane consumano sardine in scatola: come secondo accompagnato da un contorno, intera senza l’aggiunta di nulla o come ingrediente di altri piatti.

5 BUONI MOTIVI PER AVERE LE SARDINE SEMPRE IN TAVOLA

Oggi le sardine sono un autentico superfood, consigliato da dietologi e nutrizionisti. Il Prof. Pietro Migliaccio, Presidente Onorario della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, spiega i 5 motivi per cui le sardine in scatola non dovrebbero mai mancare dalla nostra tavola.

1. Sono alleate del nostro cervello. Gli Omega 3 prevengono le malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer. L’acido grasso DHA, uno dei principali fra questi, protegge le cellule e risulta particolarmente buono per preservare la materia cerebrale dagli attacchi della vecchiaia.

2. Proteggono il sistema cardiocircolatorio. Gli Omega 3 hanno effetti positivi sui livelli di colesterolo attenuando le conseguenze di quello “cattivo”. Abbassano anche i valori dei trigliceridi, prevenendo l’aterosclerosi e riducendo il rischio di patologie per cuore e arterie.

3. Fanno bene alla pelle e agli ormoni. Le sardine in scatola contengono un’alta quantità di selenio e una discreta di iodio. Il selenio combatte i radicali liberi, protegge l’organismo dall’invecchiamento e conserva l’elasticità dei tessuti attraverso la produzione di ormoni (estrogeni, progesterone, testosterone). Lo iodio è fondamentale per la sintesi degli ormoni tiroidei.

4. Sono preziose per il tono muscolare e dell’umore. Le proteine presenti in elevata quantità sono fonte di energia per la muscolatura. L’antiossidante Coenzima Q10 aiuta l’efficienza del sistema immunitario. Il forte contenuto di tirosina (un amminoacido) è utilizzato dall’organismo per costruire la noradrenalina e la dopamina, che danno la carica e aiutano il giusto tono mentale.

5. Favoriscono la salute delle ossa. Le sardine sono tra i pochi alimenti a contenere Vitamina D, quella “del sole”, che migliora l’assorbimento del calcio. Combinata con il fosforo anch’esso presente, questa vitamina rafforza la matrice ossea e mantiene la buona salute dell’apparato scheletrico.

Articolo pubblicato il 18/12/2018